Musica per dormire: quale si consiglia e perchè

Musica per dormire: quale si consiglia e perchè

Forse non lo sai, ma la musica per dormire è un vero toccasana.

È ben risaputo di come il riposo sia estremamente importante per la nostra salute.

Un riposo di qualità e davvero ristoratore è il primo passo verso una vita serena e con meno problemi fisici.

Infatti, la mancanza di sonno a lungo andare è davvero deleteria: poca concentrazione, irritabilità, problemi alla vista, poca memoria, metabolismo più lento, stanchezza cronica, difese immunitarie più deboli, danni al sistema nervoso. E la lista potrebbe ancora continuare a lungo.

Ecco, quindi, che dare importanza alla notte ed alle ore di sonno diventa di primaria importanza.

Se di base c’è comunque la scelta del materasso giusto, la verità è che ci sono anche molti altri aspetti che possono influire sul nostro riposo.

Scopriamo insieme come la musica può aiutarci a dormire sereni come un bambino.

Musica per dormire: tutto quello che c’è da sapere

Numerosi studi hanno portato alla luce come il sonno vada ad equilibrare moltissimi aspetti della nostra salute.

Mentre dormiamo, infatti, il nostro corpo riposa ma anche si prepara e migliora per affrontare la giornata successiva.

Purtroppo, però, le statistiche parlano chiaro: tantissime le persone che soffrono di disturbi del sonno e che non riescono a fare una bella dormita rigenerante.

L’uso di sonniferi e medicinali per il sonno sta nettamente aumentando e, questo, non è affatto un buon segnale.

È bene sapere che la musica può essere un vero alleato sotto questo punto di vista.

D’altronde è ben nota come la musicoterapia sia utilizzata per molti altri motivi, ed allora perchè non usarla anche per migliorare la qualità del proprio sonno?

Vediamo come funziona tutto ciò e come sfruttarlo a nostro vantaggio.

Musica per dormire: perchè fa bene

Il primo step che dobbiamo compiere è quello di capire come la musica possa favorire il nostro riposo.

Numerosi studi scientifici hanno portato a galla come la musica ed il susseguirsi delle note porti ad un completo rilassamento muscolare e mentale.

In pratica, il nostro cervello si concentra nell’ascoltare i diversi suoni ed allontana tutti gli altri pensieri che, invece, possono rendere nervosi e creare stati d’animo negativi e controproducenti per il riposo.

Inoltre, la musica ha il potere di equilibrare le attività dei due emisferi del cervello creando la situazione perfetta per il rilassamento.

Musica per dormire: quali canzoni ascoltare

La musica è davvero vasta e la quantità di brani e suoni che possiamo trovare è praticamente infinita.

Ovvio, quindi, che non tutta la musica sia adatta per farci entrare nello stato perfetto per dormire e riposare davvero profondamente.

In linea di massima le regole di base per scegliere la giusta musica pre nanna sono le seguenti:

  • la musica non deve portare a galla ricordi od emozioni forti, soprattutto se negative. La musica, infatti, può portare a molte emozioni ma averne eccessivamente porterebbe il cervello a lavorare troppo e, quindi, a disturbare il sonno;
  • meglio se non sono presenti parole ma solo suoni e sinfonie.

Detto questo, tra i tanti studi è emerso che i suoni della natura sono perfetti per fare entrare il nostro corpo in fase REM e farla durare più a lungo.

La natura da sempre è nostra grande alleata ed ascoltare il suono dell’acqua, delle onde del mare, degli uccellini, della pioggia che cade, dell’aria o del fuoco che brucia ci aiuta ad entrare in contatto con il nostro Io e rilassarci a 360°.

Anche la musica classica può davvero aiutare. Brani di Bach, Debussy, Beethoven sono perfetti.

In alternativa, musiche indiane ed orientali in cui flauti e strumenti a fiato prevalgono.